! AVVISO CORMORANI !

Buongiorno cari amici; volevo informarvi dell’arrivo dei cormorani sul torrente Polcevera. Il 27 settembre sono arrivati i primi esemplari “in avanscoperta” (quest’anno una settimana prima dello scorso anno). I cormorani non sono animali stupidi, sono organizzati e prima mandano alcuni di loro a controllare il territorio e poi arriva il resto dello stormo. Il 28 settembre alle 7:30 è arrivato uno stormo di una quindicina di esemplari che andava verso monte sul torrente Verde e si può solo immaginare la quantità di pesci predati, con la fame arretrata del viaggio di migrazione.

Al momento, a livello politico è prevista solo la presentazione in Parlamento, di una proposta di reato di bracconaggio (cosa per altro importantissima!!!) ma, ancora nulla, per quanto riguarda la dissuasione e il contenimento degli uccelli ittiofagi.

Polcevera – cascatella zona ponte Forestale – si noti a sinistra un grosso airone bianco e a destra, sulla spiaggetta, un airone grigio.

Permettetemi una divagazione: nulla di scientificamente provato ma, come ragionamento, ha una sua logica. Non tutti sanno che alcune specie di pesci, hanno contribuito, nel corso dei secoli, a debellare importanti malattie: prima fra tutte la malaria. Questa infatti viene trasmessa dalle punture di zanzara. Le larve di questo Culicidae infestano le acque di laghi, fiumi e torrenti. L’importanza di avere nelle nostre acque dolci un cospicuo numero di ciprinidi, in particolare il cavedano, pesce dotato di un’elevata capacità di riproduzione e ghiotto di queste larve, ha contribuito a portare ai minimi storici la diffusione di questa malattia. Oggi la situazione è cambiata: l’incessante predazione dei cormorani ha ridotto drasticamente le popolazioni di cavedani e, se non verranno prese misure drastiche (dissuasione, contenimento e controllo delle nascite negli areali di riproduzione), gli stessi sfioreranno l’estinzione. Val la pena ricordare l’insediamento della zanzara tigre nel nostro territorio che, se infettata, può essere portatrice di malattie tropicali virali quali la Chikungunya, la Dengue, la febbre gialla e l’encefalite.

E’ di questi giorni la notizia di focolai di Chikungunya in Italia, specialmente nel Lazio, come riporta il sito dell’ANSA in data 16 settembre 2017. L’Oms addirittura consiglia, a chi viaggia in Italia, di evitare il contatto con le zanzare usando abbigliamento corretto e repellenti.

Meditiamo…

Gianni Basso e Fabio Romanello